Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Un nuovo “candidato” per la terapia delle allergie respiratorie

Condividi su:

Sul numero del 2 luglio di “Science Translational Medicine”, sono stati pubblicati i promettenti risultati di due studi preliminari sulla sicurezza, la farmacocinetica e l’attività del quilizumab. Si tratta di un nuovo farmaco, somministrato in tre iniezioni mensili, in grado di sopprime la produzione di anticorpi IgE, gli anticorpi che svolgono un ruolo cruciale nelle malattie atopiche come la rinite e l’asma allergiche.

Secondo gli autori, il trattamento con quilizumab è stato ben tollerato ed ha portato ad una significativa riduzione delle IgE. Tale riduzione è perdurata per almeno 6 mesi dopo la cessazione della somministrazione del farmaco.

Condividi su:

Seguici su Facebook