Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Serie C: il Pescara spreca l'aggancio al terzo posto

All'Adriatico i biancazzurri pareggiano contro il Pontedera (1-1)

Condividi su:

Allo stadio Adriatico il Pescara porta a casa un punto contro il Pontedera (1-1) sprecando il balzo al terzo posto, in virtù della vittoria della Virtus Entella in casa contro Pistoiese ed il pareggio esterno nei minuti finali del Cesena a Fermo (2-2). 

LA GARA: Auteri conferma il 4-2-3-1 con Ierardi in difesa al posto dell'infortunato Drudi mente in porta esordisce davanti il pubblico amico Iacobucci, alla sua seconda presenza in maglia biancazzurra dopo la trasferta di dicembre ad Ancona al posto di Sorrentino, convocato in Nazionale Under-20. Il Pontedera di Maraia, forte delle assenze di Milani per squalifica e gli infortuni di Espeche e Pretato si schiera con il 3-5-1-1 con Matteucci, Shiba e Bakayoko davanti il portiere Melgrati. Arbitra la Signora Marotta della sezione di Sapri.

Pronti via e dopo un minuto di gioco sono gli ospiti ad andare vicini al vantaggio con due ghiotte occasioni nitide: prima con il gran destro da fuori area di Regoli con il grande intervento di iacobucci, poi Catanese crossa in area per il colpo di testa di Serena, pallone che si stampa sulla traversa, pallone in corner. Sugli sviluppi di quest'ultimo batte Caponi direttamente in porta, Iacobucci con la mano di richiamo respinge il tiro.

Al 5' arriva la prima chance della gara anche per il Delfino: calcio d'angolo battuto da Pompetti in area di rigore per il colpo di testa di D'Ursi, pallone che termina sul fondo. Quattro minuti dopo altro corner battuto dai padroni di casa: Clemenza corto per Pompetti con quart'ultimo che crossa sul primo palo per Ferrari che impatta di testa, Melgradi salva porta e risultato ma l'attaccante biancazzurro protesta contro l'assistente perché il pallone avrebbe superato la linea di porta.  Al 15' il Pescara va vicino al vantaggio con un calcio di punizione battuto direttamente da Pontisso che colpisce direttamente il palo, la sfera resta in area con Ierardi che si coordina e calcia ma Melgradi si oppone salvando porta e risultato. 

Al 28' si rivedono nuovamente gli ospiti con destro di Magnaghi verso il primo palo, Iacoponi si distende mandando la sfera in corner. Il primo tempo termina con il risultato bloccato sullo 0-0. Nella ripresa si rendono pericolosi i ragazzi di Auteri: D'Ursi serve in area di rigore Ferrari, lavoro di fisico dell'attaccante che serve al limite dell'area Pompetti che calcia con il sinistro centralmente, Melgradi mette in corner. Al 58' il Pescara passa in vantaggio con il grande sinistro a giro di Clemenza piazzando la sfera all'incrocio del secondo palo: 1-0. 

Al 72' il Pontedera sfiora il pareggio con la sforbiciata di Regoli, Iacobucci prima salva con il piede poi Illanes con il petto che manda il pallone sulla traversa. Tre minuti dopo triplo cambio per Auteri: dentro Diambo, Cernigoi e Frascatore al posto di Pontisso, Ferrari e Veroli. All'87' il Pontedera pareggia la gara: Pompetti commette fallo a centrocampo su Catanese, calcio di punizione battuto dallo stesso giocatore, lancio verso l'area di rigore per il colpo di testa di Bakayoko poi la girata di Mutton, subentrato a Magnaghi che gela l'Adriatico: 1-1. Dopo 5 minuti di recupero l'arbitro Marotta di Sapri fischia 3 volte: il Pescara perde due punti fatali mancando l'aggancio al terzo posto. 

TABELLINO

PESCARA-PONTEDERA 1-1

MARCATORI: 59’ Clemenza (PE), 87’ Mutton (PO)

PESCARA (4-2-3-1): Iacobucci; Zappella, Illanes, Ierardi, Veroli (75’Frascatore); Pompetti, De Risio; D’Ursi (64’Rauti), Pontisso (74’Diambo), Clemenza (84’ Memushaj); Ferrari (75’ Cernigoi); All. Auteri

PONTEDERA (3-5-1-1): Melgrati; Matteucci, Shiba, Bakayoko; Perretta, Catanese, Caponi (64’Foglia), Barba (83’Mattioli), Regoli (83’Benericetti); Serena (63’Benedetti); Magnaghi (63’Mutton); All. Maraia

AMMONITI: Bakayoko, Matteucci (PO); Pompetti, Clemenza (PE)

ESPULSI: /

ARBITRO: Marotta della sezione di Sapri

Condividi su:

Seguici su Facebook