Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Vittoria netta per il Delfino nella prima giornata di campionato

Il Pescara esordisce stordendo il Foggia con un perentorio 5-1 grazie alla tripletta di Pettinari e uno strepitoso Pigliacelli in porta

Condividi su:

Prima gara della stagione di Serie B 2017/2018 e subito un posticipo domenicale delle 17:30 per il Delfino, che portava a casa i primi tre punti, grazie a un’esaltante vittoria contro il neo-promosso Foggia, sconfitto nettamente, almeno nel punteggio, con un roboante 5 a 1. Gara spettacolare e divertente, con un grande Pigliacelli che ha fatto letteralmente la differenza, blindando la sua porta, in particolare dai tentativi di un mai domo Chiricò.         .

Temperatura di circa 30° allo Stadio Adriatico, pomeriggio molto caldo e umido, pubblico delle grandi occasioni per la cadetteria, con quasi 15.000 spettatori, 2.000 dei quali ospiti, ai quali era stata riservata l’intera Curva Sud. Direzione arbitrale di Francesco Paolo Saia della sezione di Palermo, con le due compagini che si erano così schierate al calcio d’inizio:

Zemaniano 4-3-3 per il Pescara, che collocava in porta Pigliacelli, Crescenzi, Coda, Perrotta e Mazzotta in difesa, Coulibaly, Brugman neo capitano e Proietti a centrocampo, Capone, Pettinari e Del Sole sulla linea avanzata.

Il Foggia di Giovanni Stroppa, speculare, con Guarna in porta, Gerbo, Empereur, Martinelli e Rubin difensori, Agnelli, Agazzi e Deli centrocampisti, Chiricò, Mazzeo e Fedato i tre attaccanti.

La cronaca nelle sue fasi salienti:

Avvio arrembante del Delfino che già al 6’ passava in vantaggio con Pettinari, magistralmente servito da Proietti al centro dell’area: 1 - 0.

Spettacolare primo tempo, terminato dopo due minuti di recupero, con entrambe le compagini votate all’attacco e con una miriade di occasioni da rete sprecate per un soffio.

Due sostituzione per il Pescara a inizio secondo tempo con Palazzi e Benali che occupavano il posto di Coulibaly e Capone.

Al 56’ Pettinari raddoppiava approfittando di una straripante discesa sulla fascia destra di Crescenzi, che serviva il compagno al centro dell’area: 2 - 0.

Prima sostituzione per il Foggia, che al 61’ inseriva Floriano per Fedato.

Terza rete per il Delfino al 63’, grazie a Benali, che raccoglieva un passaggio di Brugmann e dal limite sinistro dell’area piccola infilava Guarna alla sua destra: 3 – 0.

Secondo cambio per il rossoneri pugliesi al 64’. Fedele prendeva il posto di Deli.

Ultima sostituzione per entrambi gli allenatori al 77’ che inserivano rispettivamente Mancuso al posto di Del Sole e Beretta per Agnelli.

Al 78’ il Pescara metteva a segno il poker grazie al neo entrato Mancuso, che raccoglieva in area, si girava e infilava di giustezza per il 4 – 0.

Trascorreva un altro minuto e Pettinari calava il suo personale tris, grazie a una perentoria e insistita azione in area di rigore foggiana, con tunnel, dribbling e tiro da posizione quasi impossibile: 5 – 0.

All’ 88’ rete della bandiera per il Foggia, con un preciso tiro da fuori area di Gerbo, che si infilava rasoterra all’angolino destro di Pigliacelli: 5 - 1.

Qualche statistica di seguito:

23 tiri verso la porta per i satanelli, contro i 12 dei biancazzurri. 6 a 4 per gli ospiti i calci d’angolo. Un ammonizione per parte.

Ricordiamo che a partire da domani mattina, tornerà come di consueto IL LUNEDI’ DEL DELFINO, editoriale a cura di Fabio Rosica, in esclusiva per i lettori di PescaraNews, alla sua terza stagione.

Condividi su:

Seguici su Facebook