Illusione Cappelluzzo. Il Pescara non va oltre il pareggio con l'Ascoli

Finisce 2-2 la partita tra i bianco azzurri e i marchigiani

| di Sara Gerardi
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Il Pescara, dopo la sconfitta patita al Sant'Elia di Cagliari per 2-1, torna a giocare tra le mura amiche dell'Adriatico. Oddo manda in campo Fiorillo tra i pali, difesa con Mazzotta, Coda, Zuparic e Zampano, a centrocampo Verre, Torreira e Benali, con Pasquato e Caprari alle spalle dell'unica punta Lapadula. Risponde l' Ascoli con Lanni tra i pali, in difesa Pecorini, Milanovic, Mitrea e Dimarco, centrocampo con Almici, Giorgi, Benedicic, Bianchi e Jantko, a sostegno dell'unica punta Petagna.

La Cronaca

Il Pescara va subito in svantaggio dopo pochi minuti di gioco: al 10' pasticcio della difesa biancoazzurra con Coda che serve Fiorillo che rinvia male, ma in agguato c'e Jantko che approfitta e trafigge il numero uno biancoazzurro. Pescara 0 Ascoli 1.

Prova a rispondere subito la compagine di Oddo, al 11' ci prova Caprari con un conclusione alta di poco sopra la traversa.Al 31' ci prova ancora Caprari con un tiro dal limite dell'area che esce di poco a lato. Sullo finire del primo tempo, nel primo minuto di recupero, al 46esimo, ancora Caprari calcia a botta sicura, ma Mitrea salva sulla linea. Dopo un minuto di recupero termina il primo tempo con il vantaggio degli ospiti per 0-1. Brutto primo tempo dei biancoazzurri, con tanti fraseggi a centrocampo e pochissime azioni da gol create, con la difesa in affanno.

Nella ripresa Oddo effettua un cambio: fuori Coda dentro il rumeno Mitrita, è la svolta della partita. Al 49' è l'Ascoli che va vicina al raddoppio ancora con Jantko, Fiorillo salva il risultato. Al 52' Fornasier rileva l'evanescente Pasquato. Al 54' tiro di benali, che esce di poco a lato e, subito dopo, al 57' è Almici che si trova a tu per tu con Fiorillo, ma la conclusione del centrocampista ex Lanciano viene deviata da Fiorillo. Al 60' Caprari, in seguito ad un colpo subito, abbandona il terreno di gioco e viene rilevato da Cappelluzzo, alla seconda presenza con la maglia del Pescara.

Dopo un minuto, al 61', il Pescara pareggia grazie al solito gol di Lapadula; dagli sviluppi di un corner, il capocannoniere della serie B anticipa tutti e salta di testa trafiggendo il portiere marchigiano. Parità ristabilita, Pescara-Ascoli 1-1.

Al 65' arriva il vantaggio dei biancoazzurri con Cappelluzzo che calcia dal limite dell'area, ma la deviazione di Mitrea beffa il proprio portiere infilandosi in rete. I padroni di casa conducono per 2-1. Dura poco la gioia del gol per il giovane attaccante biancoazzurro, al 68' Giorgi con un pallonetto sotto l'incrocio dei pali ristabilisce la parità. E' 2-2, tutto da rifare per il Pescara.

Al 71' Ascoli in 10, espulso Milanovic per fallo da ultimo uomo su Lapadula. Al 79' Pescara vicinissimo al gol, è ancora Cappelluzzo che di testa colpisce a botta sicura, miracolo di Lanni che devia in corner. Al 91' Ascoli in 9, espulso anche Giorgi per un'entrata in gioco scorretto ai danni di Torreira.

Assalto del Pescara nei minuti finali, al 92' ci prova prima Verre con la conclusione che termina di pochissimo fuori, e al 94' Zampano che con un tiro colpisce la traversa. Dopo 4 minuti di recupero termina la partita con il punteggio di 2.2. Finale incandescente tra le due compagini, con Verre, Lapadula , Benedicic e Cacia che accendono una mischia a centrocampo. Il Pescara sale a 48 punti, martedì, nel turno infrasettimanale, all'Adriatico arriva il Trapani.

Rissa a fine partita

Alla fine del match è scoppiata una clamorosa rissa in campo, leggi l'articolo

Sara Gerardi

Contatti

redazione@iwasnotssl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK