Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Petrolizzazione. Depositati stamane in Corte di Cassazione i sei quesiti referendari

Entro il 10 febbraio la decisione di ammissibilità

Condividi su:

Stamane, mercoledi 30 settembre, sono stati depositati presso gli uffici della Corte di Cassazione a Roma le delibere assunte da dieci Regioni (Abruzzo, Molise, Puglia, Marche, Calabria, Campania, Basilicata, Liguria, Veneto e Sardegna) contro gli intenti di petrolizzazione delle nostre coste da parte del Governo centrale.

A questo punto si attende il termine del 10 febbraio 2016, entro il quale la Corte Costituzionale si pronuncerà sull'ammissibilità dei referendum. In caso di esito postivo, gli atti passeranno al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, in una data compresa tra il 15 aprile e il 15 giugno 2016, indirà il referendum abrogativo degli art.35 del "Decreto Sviluppo" e 38 del Decreto "Sblocca Italia".

Il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Mario Mazzocca e il Vice Presidente del Consiglio Regionale Lucrezio Paolini (IdV), delegato alla consegna dei sei quesiti referendari, erano giunti ieri pomeriggio a Roma per presenziare la riunione dei delegati regionali e apporre la firma sull'istanza di deposito.

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook