Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Giovani vincenti - Daniela Biagelli e Riccardo Martini ci parlano del loro ristorante Chambao

Condividi su:

Prosegue il nostro viaggio con Schiaffo alla Crisi, la rassegna del lunedì dedicata ai giovani imprenditori pescaresi.

La settimana scorsa abbiamo intervistato l'attrice pescarese Giulia Di Bastiano, oggi vi presentiamo Daniela Biagelli, titolare insieme al suo fidanzato Riccardo Martini, del ristorante Chambao in Via De Sanctis 71 a Pescara.

In questa intervista i due giovani imprenditori, si raccontano e ci parlano del loro locale e del percorso che li ha portati ad aprirlo.

Come è nata l'idea di aprire un ristorante?

Eravamo stanchi di dire «Che facciamo? Dove andiamo? E' tutto brutto». Quindi ci siamo detti: «apriamo un posto dove riunire tutti i nostri amici». Il locale ci ha ispirato molto, piccolino, in incognito e tranquillo.

Di cosa vi occupate nello specifico all'interno della vostra attività?

Qui tutti fanno tutto. Abbiamo un cuoco che si occupa della braceria, Riccardo si occupa dei cocktail, io sto ai tavoli, all'accoglienza e all'occorrenza in cucina.

Quali difficoltà avete incontrato nell'apertura del Chambao?

La difficoltà principale è stata la burocrazia. Nonostante siamo rispettosissini delle regole, c'era sempre la paura di aver fatto qualcosa di sbagliato. Proprio per questo abbiamo aperto con un mese di ritardo.

I vostri clienti cosa apprezzano di più della vostra cucina?

I clienti vengono soprattutto per le pizzette fritte, per i taglieri di salumi, amano gli spiedini di scamorza arrotolati nella pancetta e cotti alla brace, e le salsicce al montepulciano. Cerchiamo di accontentare un po' tutti.

Quindi la vostra è una clientela varia?

Si, riusciamo ad accontentare varie fasce di età, dal bambino al signore di 60/70 anni.

In che modo promuovete la vostra attività? Siete presenti su qualche social network?

Siamo su Facebook, Twitter e presto ci iscriveremo a pinterest.

Quali sono tre parole che descrivono la vostra cucina?

Genuina, alla vecchia maniera e semplice.

Parliamo di Pescara, secondo voi quali sono i pregi e i difetti per chi fa il vostro lavoro?

I pregi sono che è una città che ha tanto da dare e ha tante cose che altre città non hanno. È una città vivibilissima, alla portata di tutti. Per quanto riguarda i difetti, é una città modaiola.

Quali sono le tre caratteristiche che, secondo voi, deve avere un imprenditore?

Coraggio, pazienza e conoscenza.

Cosa consigliate a chi vuole avviare un'attività nella ristorazione?

In teoria, le tre parole che abbiamo detto prima: coraggio, pazienza e conoscenza.

Si sente la crisi nel vostro settore?

Non molto. La gente continua a uscire fuori a cena, il divertimento non è stato eliminato, però il budget a disposizione è stato ristretto.

Quali sono i vostri progetti per il futuro?

Tante idee, tanta voglia di fare. L'idea che si insinua sempre nella mente è prendere e andare fuori. Per ora però, è andare avanti qui, magari anche aprendo qualcosa di più grande.

 

Dove è Chambao

Condividi su:

Seguici su Facebook