Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Corso Vittorio: oggi l'amministrazione incontra rappresentanti di residenti e commercianti

Il punto di vista dell'amministrazione comunale

Condividi su:

I rappresentanti dei residenti e dei commercianti di Corso Vittorio sono stati ricevuti dall’Amministrazione comunale nel pomeriggio di oggi. A ricevere Antony Micolitti, a nome dei residenti e Fabrizio Canta per i commercianti c’erano il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore alla Mobilità e vice sindaco Enzo Del Vecchio e l’assessore al Commercio Giacomo Cuzzi ai quali è stato presentato un documento riassuntivo delle ragioni a difesa della pedonalizzazione di Corso Vittorio, con in calce le iniziative pronte a scattare per tutelarla, a partire dalla manifestazione di sabato 25 ottobre.

“Abbiamo dialogato civilmente con il legittimo fronte del dissenso, quello non strumentalizzato – il commento del sindaco Marco Alessandrini – Abbiamo illustrato le ragioni che al momento ci hanno portato a intraprendere questa scelta, di riapertura, spiegando che sono ragioni oggettive, legate non solo a Corso Vittorio, ma alle condizioni della mobilità cittadina presa nel suo complesso. Mobilità su cui è necessario intervenire nel senso della vivibilità e sicurezza in modo non arraffazzonato com’è accaduto fino ad oggi e come le condizioni di Corso Vittorio richiedono. Dal nostro canto abbiamo anche reso la disponibilità a predisporre la chiusura nel fine settimana del tratto interessato, dopo l’orario di chiusura delle scuole, perché nel centro vogliamo investire su vivibilità e decollo del centro commerciale naturale. Una chiusura che non vuole essere una “concessione”, la nostra non è una posizione preconcetta, ma un passo verso la necessaria sistemazione della mobilità del centro cittadino: dovremo sistemare la rotonda di via Teramo, stiamo provvedendo a liberare la strada che passa davanti alla stazione, presto opereremo anche sull’area di risulta, non è detto che alla luce di tutto questo non si possano ipotizzare soluzioni diverse da quella ipotizzata, senza ingolfare altre zone della città. Infine, non ci sottrarremo all’appuntamento per la manifestazione del 25 ottobre che confluirà verso il Comune né ad un confronto più ampio, perché la finalità che ci muove è la stessa che anima questi cittadini e commercianti: quella di una città dove si possa respirare, camminare, pedalare e usare i mezzi pubblici, ma è una dimensione che non si improvvisa, come Corso Vittorio insegna, e va costruita con la città”.

“Abbiamo ben presenti i modelli in arrivo dal resto d’Europa – ha sottolineato il vice sindaco Enzo Del Vecchio – Non siamo l’amministrazione che vuole il traffico, siamo quelli che nel programma hanno la sostenibilità, ma che devono guardare alla collettività tutta. Per questo faremo in modo di chiudere nel fine settimana, trovando una soluzione digeribile da tutto il resto delle arterie cittadine. Per questo stiamo lavorando anche sulle Zone a traffico limitato, sui varchi e una volta sistemata pure la rotonda di via Teramo e la viabilità alternativa che passa per la stazione, non escludiamo di ripensare il provvedimento per Corso Vittorio”.

“Procederemo anche con la creazione del centro commerciale naturale – ha sottolineato l’assessore Giacomo Cuzzi – non lasciando la strada vuota, ma pensando una chiusura logica e animandola con eventi e iniziative che siano capaci di portare gente e rinascita commerciale della zona”.

Condividi su:

Seguici su Facebook