Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cena sotto le stelle: Ieri cena a lume di candela nel centro storico per la notte di San Lorenzo

Condividi su:

“Il successo e la suggestione animati dalla riuscita del primo esperimento al buio nel centro storico confermano una linea inaugurata dall’Amministrazione Alessandrini, quella della concertazione delle scelte con i portatori di interessi, grazie alla quale rivitalizzare l’iniziativa culturale, turistica, commerciale su tutto il territorio cittadino.

Si tratta di una base di azione che applicheremo a tutti i settori e che ha dato i suoi primi frutti sul fronte Turismo e Grandi Eventi.

Così come si è subito attivata la sinergia con la Confesercenti per Pescara di Notte che ha portato oltre 90.000 presenze nel centro della città animata dai negozi aperti fino alle 2 di notte, per la vigilia della Notte di San Lorenzo è partita una sinergia con il Consorzio dei ristoratori di Pescara Vecchia, ideatori della manifestazione “Cena Sotto le Stelle” che il Comune ha patrocinato.

Per la prima volta l’illuminazione pubblica del centro storico è stata spenta per lasciare posto a candele e fiaccole che hanno dato luce alla qualità dell’offerta della ristorazione, storica in questo ambito.

Si tratta di un evento a cui abbiamo creduto, a costo zero per l’Ente, su cui abbiamo puntato senza trascurare il fattore sicurezza, in piena sinergia anche con Polizia Municipale e forze dell’ordine.

La riuscita è soprattutto merito degli imprenditori della zona, che ringraziamo e con i quali sin dall’insediamento del nuovo governo cittadino si è stabilito un positivo rapporto di dialogo e collaborazione.

Vogliamo considerare la cena a lume di candela dell’altra sera come un inizio, il primo di una serie di eventi per dare spazio e visibilità alle zone cittadine che lo chiedono, con iniziative capaci di mettere in risalto qualità, eccellenze e anche scorci della città che aspettano da anni di tornare a fare notizia. L’idea è quella di puntare su una rigenerazione delle vocazioni cittadine in nome di intrattenimento, cultura e sano divertimento”.

Condividi su:

Seguici su Facebook