Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Bilancio 2016 e piano triennale delle Opere Pubbliche per opere di viabilità e per l’edilizia scolastica della Provincia di Pescara

Condividi su:

Giovedì 1 dicembre nella sala Figlia di Jorio della Provincia di Pescara, si è svolta la conferenza stampa sui risultati derivanti dalla recente approvazione del bilancio 2016 e del piano triennale delle opere pubbliche, che sbloccheranno diversi investimenti per opere sulla viabilità e per l’ edilizia scolastica.

Alla conferenza stampa hanno partecipato, il Presidente Antonio Di Marco, i consiglieri Vincenzo D’Incecco, Sandro Marinelli, Franco Galli, Luciano Di Lorito, Leila Kechoud, Guerino Testa era presente il dirigente del settore opere pubbliche dell’Ente, ing. Paolo D’Incecco.

Durante la Conferenza stampa si è parlato anche delle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale, che si terranno l’8 gennaio 2017.

Di seguito il Comunicato Stampa inviato a seguito dell’incontro.

A due anni dalla riforma Delrio la Provincia di Pescara programma una serie di opere pubbliche per il territorio

Grazie al voto all'unanimità di 7 consiglieri (Silvina Sarra, Antonio Di Marco, Leila Kechoud, Franco Galli, Luciano Di Lorito, Mario Giuseppe Lattanzio, Vincenzo D'Incecco) sono state approvate martedì 29 novembre le variazioni di bilancio che consentiranno alla Provincia di essere immediatamente operativi con le prime opere da appaltare.

Oggi, nel corso di una conferenza stampa in Provincia, si è fatto il punto sui risultati derivanti dalla recente approvazione del bilancio 2016 e del piano triennale delle opere pubbliche, che sbloccheranno diversi investimenti per opere sulla viabilità e per l’ edilizia scolastica.

“Qualcuno – ha esordito il Presidente -si chiederà come mai abbiamo approvato in questi giorni il bilancio 2016: il motivo è presto detto. Il Governo, applicando i tagli derivanti dall’attuazione della legge Delrio, ci ha tagliato i fondi indispensabili per poter predisporre gli stanziamenti per le opere pubbliche. Successivamente, dopo una lunga concertazione, ci sono stati accordati circa 4 milioni di euro, derivanti dalla solidarietà di Province con maggiori disponibilità, che ci hanno consentito di far quadrare il nostro sistema di contabilità e procedere alla redazione del bilancio”.

Dopo la seduta per l'approvazione del bilancio e del piano triennale, il 23 novembre scorso, e la seconda seduta per la ratifica dell'assemblea dei Sindaci, il 24 novembre, il Consiglio Provinciale ha determinato due giorni fa la concreta attuazione delle poste di bilancio che permetteranno di partire entro il mese di dicembre con:

1. Lavori di consolidamento del liceo artistico Mario dei Fiori di Penne- Piano Scuole d’Abruzzo, per un importo di 850.000,00 euro;

2. SP Tocco da Casauria/Musellaro/Salle (circa 400.000,00 euro)

3. Completamento degli interventi di miglioramento accessibilità alla SS5 Tiburtina verso la SR 602 (da Scafa ad Alanno) per l’importo di 110.000,00 euro circa;

4. Verifiche tecniche e strutturali sui ponti (435.000,00 euro);

5. Alcuni interventi sulle Strade Provinciali, sulla la SR 16 bis adriatica, la SP Lungofino ed altri; (780.000,00 euro).

Insomma partiranno in questi giorni le procedure per l’affidamento di lavori per un importo complessivo di oltre 2,5 milioni di euro.

“Il risultato -ha dichiarato il Presidente Di Marco- è stato conseguito grazie all'emendamento tecnico firmato da 10 consiglieri il 23 novembre scorso e poi approvato nella stessa seduta, ma, senza l’ultimo passaggio al Consiglio Provinciale, la struttura tecnica non avrebbe potuto dare attuazione a questi provvedimenti immediati”.

Ma le emergenze sono tante, e, soprattutto per quello che riguarda le scuole, è stata redatta una mozione specifica, presentata dallo stesso Presidente nel Consiglio del 23 novembre, da cui si evince che le somme necessarie per mettere a norma i plessi scolastici e realizzare i lavori di manutenzione, miglioramento sismico, adeguamento normativo, superano i trenta milioni di euro. Soldi richiesti alla Regione, che dovrà farsi carico presso il Governo di questi stanziamenti finalizzati all’edilizia scolastica.

In allegato il documento: Istituzioni Scolastiche di Pertinenza della Provincia

Condividi su:

Seguici su Facebook