Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Inaugurazione e riapertura di Corso Vittorio Emauele

Redazione
Condividi su:

Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ha salutato il taglio del nastro e la riapertura del primo tratto di corso Vittorio Emanuele già riqualificato, dinanzi alla numerosa popolazione che ha passeggiato subito dopo per  il nuovo corso, impreiosito da luci e giochi d’acqua delle nuove fontane poste ai due lati della carreggiata realizzata in cemento stampato rosso, bianco, giallo e azzurro.

Ad animare l’evento ha contribuito lo showman Federico Perrotta accompagnato dalla sua band e dalla cantante Valentina Olla.

Il sindaco Albore Mascia durante l'inaugurazione è stato attoreniato da numerosi assessori tra cui Berardino Fiorilli, assessore alla Riqualificazione urbana, l’assessore regionale Carlo Masci, il consigliere regionale Lorenzo Sospiri.

“Da questo momento i fatti, le opere, la bellezza, la straordinarietà, l’eccellenza di quanto realizzato sarà l’unico dato reale rispetto alle tante, troppe parole dette su un progetto grandioso, destinato a cambiare il volto di una fetta importante della città, destinato a cambiare la filosofia stessa del cuore commerciale di Pescara" - Così orgolgiosamente si esprime il sindaco Luigi Albore Mascia - "questa è la prova tangibile che ancora una volta la nostra scelta è stata quella giusta, sono la prova che abbiamo avuto l’occhio lungo, la mente lucida e l’orecchio attento a quelle che sono le esigenze reali della città. Corso Vittorio Emanuele non è stato semplicisticamente ‘pedonalizzato’. Corso Vittorio è stato riqualificato e valorizzato, gli abbiamo restituito un cuore pulsante, un’anima, un’identità. Parliamo di quella strada che è stata per decenni simbolo del commercio, degli scambi, degli affari economici della nostra Pescara. Pescara riparte da qui, da corso Vittorio Emanuele, da qui riparte la nostra progettualità, il nostro guardare al futuro con fiducia, dando delle opportunità alle giovani generazioni, perché se noi abbiamo avuto il coraggio di osare, sfidando anche lo scetticismo pregiudiziale di chi spesso non si è preso neanche la briga di guardare le carte, di porsi in maniera costruttiva verso un dialogo. La vita è il non lasciarsi abbattere e saper alzare la testa per proseguire il cammino. Solo in questo modo potremo dare un calcio alla crisi, al grigiore, al pessimismo imperante, a chi vuole per forza farci credere di vivere in una città brutta, spoglia, priva di possibilità e prospettive. Non è così e oggi da sindaco di Pescara lo grido a pieni polmoni: Pescara è una città bellissima! Amministrare significa avere il coraggio di fare delle scelte importanti, pensando al bene del territorio, e significa assumersi la responsabilità di quelle scelte con la consapevolezza di aver fatto il meglio e di aver dato il massimo".

Condividi su:

Seguici su Facebook