Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Come e quando spazzolare il cane: suggerimenti utili

Condividi su:

La spazzolatura del proprio animale domestico riveste un’importanza veramente importante, che spesso e volentieri si tende colpevolmente a sottovalutare. Infatti, grazie a questa semplicissima operazione, c’è la possibilità di rimuovere tutto quel presente in eccedenza, evitando di dover lavare ogni volta il vostro amico a quattro zampe.

Ci sono tanti cani che adorano lasciarsi spazzolare dal proprio compagno di giochi umano, mentre in altri casi non tollerano proprio un simile momento e, di conseguenza, è necessario intervenire comunque, anche a costo di tenerli fermi per tutto il tempo del trattamento. Uno dei migliori consigli da seguire è senz’altro quello di dotarsi di strumenti di qualità e professionali, come quelli che si possono comprare sul portale online Petenergystore.com.

L’importanza di spazzolare il cane

Uno dei fattori che si prendono in considerazione per capire se il cane sta bene oppure no è, senza ombra di dubbio, il pelo. Nel momento in cui c’è qualcosa di diverso rispetto a quello che è normalmente, anche e soprattutto in relazione alla lucentezza, ecco che potrebbe celare la presenza di qualche problematica.

Ad esempio, se il manto si dimostra più secco oppure più grasso, oppure quando cadono in massa tanti peli. In questi casi, quindi, conviene fare immediatamente una visita con il veterinario, in modo tale da comprendere che tipo di problema è emerso.

La spazzolatura porta in dote anche un gran numero di effetti benefici per il vostro amico a quattro zampe. In primo luogo, il fatto di poter verificare in maniera costante se sono presenti, all’interno del suo pelo, delle pulci o delle zecche, ma anche delle ferite, che possono sfociare in infiammazioni e infezioni, anche piuttosto pericolose.

La frequenza da rispettare

Come capire qual è la frequenza da rispettare nella spazzolatura del vostro amico a quattro zampe? Il primo passo è quello di capire che tipo di pelo caratterizza il cane. In fin dei conti, si tratta di un’attività che permette di rimuovere tutti quei peli che si trovano in eccesso, così come le cellule morte che sono ancora presenti sul manto.

Il consiglio migliore da seguire è quello di effettuare la spazzolatura all’incirca per 5 minuti ogni giorno. È la cosa migliore seguire tale attività con costanza, dato che, in fin dei conti, è lo stesso principio che vale per l’igiene dell’uomo. Il momento migliore per spazzolare il vostro cane? Anche in questo caso, dovreste essere bravi voi a individuare l’attimo più adatto, ovvero quando è sereno e tranquillo.

In questo modo, ecco che la spazzolatura diventa una bella attività da svolgere insieme, che rinsalderà ancora di più il vostro legame. Un altro ottimo suggerimento da seguire è quello di evitare di cominciare a spazzolare i cani mentre stanno giocando, dal momento che state interrompendo un momento piacevole per lui. In seguito a una camminata particolarmente lunga, è da evitare la spazzolatura. Infatti, il vostro amico a quattro zampe sarà stanco e, di conseguenza, sarà meglio lasciarlo tranquillo a riposare, senza altri stress.

I prodotti da usare

La spazzolatura è un’attività che va svolta praticamente tutto l’anno, anche se c’è un periodo in cui più degli altri è necessario dedicare tempo e attenzioni al vostro cane, ovvero l’estate. Durante la stagione estiva, infatti, il cane tende a perdere un quantitativo superiore di pelo, mentre la lanugine va a scaldare la sua pelle e tutto questo comporta un aumento della temperatura percepita.

Per spazzolare in maniera precisa il proprio cane, si consiglia l’uso di strumenti semplici, ma efficaci, come ad esempio il pettine cardatore e una spazzola che sia dotata di setole realizzate in acciaio. In questo caso, è meglio prestare la massima attenzione per la scelta delle setole di dimensioni proporzionate rispetto a quelle dell’animale. 

Condividi su:

Seguici su Facebook