Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Libri gratis agli studenti di famiglie bisognose. Il Comune studia un piano per anticipare i soldi

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“La proposta da me fatta alla Giunta nasce da una necessità che è resa oggi ancora più impellente dall’emergenza sanitaria che ha causato la perdita di lavoro e reddito per tante famiglie pescaresi, con altre che sono ancora in attesa della cassa integrazione e dei contributi promessi dal Governo”.

Così questa mattina in conferenza stampa il capogruppo dell’Udc al Comune di Pescara Massimiliano Pignoli che ha illustrato il progetto che prevede la consegna di libri gratis ai ragazzi delle scuole medie e superiori delle famiglie bisognose della città.

C’era prima un modus operandi che prendeva, secondo il regolamento comunale, che le famiglie che ne avevano diritto, tramite presentazione del modello ISEE, acquistavano i testi scolastici e poi con una semplice domanda, potevano avere diritto al rimborso grazie ai fondi che entravano nella disposizione della Amministrazione Comunale, girati dalla Regione.

Oggi - spiega Pignoli - questo non è possibile perché la crisi sanitaria impone una maggiore velocizzazione dei fondi comunali disponibili per cui possa essere direttamente l’Amministrazione Comunale ad anticipare i soldi per l’acquisto dei testi scolastici. Ho già parlato con il sindaco, il vice sindaco e i dirigenti Di Nino e Zuccarini e  con la responsabile dell’Ufficio Scuola Di Paolo che stanno lavorando e studiando la soluzione migliore per la distribuzione dei libri gratis agli aventi diritto senza poter
anticipare i soldi e poi avere il relativo rimborso”.

“Sicuramente verrà predisposto  un bando a cui - ha aggiunto ancora Pignoli - a cui le famiglie interessate dovranno rispondere e poi, attraverso un regolamento che potrebbe individuare delle cartolibrerie che possano partecipare al bando stesso per l’anticipo dei testi scolastici. Quello che conta è che, così come in passato si riesca a garantire la consegna, senza oneri, a chi ne fa richiesta e ne ha diritto, dei libri di testo per il nuovo anno scolastico che come noto sarà già
caratterizzato da oggettive difficoltà per via della pandemia. Ho già inoltrato e formalizzato la richiesta alla parte politica e agli uffici competenti e sono fiducioso che a breve si possa annunciare come erogare libri gratis”.

Contatti

redazione@iwasnotssl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK