Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Armando Foschi ed Emiliano D’Astolto nominati presidente e il vicepresidente dell'Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Pescara

Condividi su:

Sono Armando Foschi ed Emiliano D’Astolto rispettivamente il Presidente e il Vicepresidente della ricostituita Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Sezione di Pescara. Le cariche sono state assegnate per acclamazione nel corso delle elezioni che ha riunito gli iscritti. A salutare i neo-vertici dell’Associazione è stato il Presidente provinciale Carlo Cetteo Cipriani.

Armando Foschi, un passato come paracadutista, ha rivestito negli anni diverse cariche politiche, non ultime assessore alla Mobilità del Comune di Pescara, Giunta Pace, e Presidente dell’Ater di Pescara, è oggi consigliere comunale, sempre a Pescara, e Presidente della Commissione Consiliare permanente Sicurezza del territorio e Mobilità, oltre che co-fondatore e membro attivo dell’Associazione ‘Pescara – Mi piace’.

Emiliano D’Astolto, 41 anni, vanta nella propria esperienza, una lunga attività nel campo associativo, con un occhio attento all’universo della disabilità, oltre che una rappresentanza politica importante sul territorio di Montesilvano.

“Saluto con estrema soddisfazione la ricostituzione della sezione di Pescara dell’Associazione – ha sottolineato il Presidente provinciale Cipriani – che ha, tra i propri obiettivi, non solo quello di essere memoria storica e di valorizzare il periodo della guerra, ma anche di ricordare i tanti eroi della nostra terra, che non sono solo quelli che hanno combattuto sul fronte, ma anche chi è rimasto a casa, uomini e donne, portando avanti con grande fatica il tessuto produttivo del nostro paese. Oggi la sezione di Pescara potrà contare da un lato sull’esperienza di Armando Foschi che porta con sé un bagaglio e un know how importanti, sia in termini organizzativi che operativi; dall’altro lato sull’entusiasmo giovane di D’Astolto che darà un contributo di idee, progetti e attuazioni fondamentale per il rilancio dell’Associazione”.

“Ringrazio per la fiducia tutti gli iscritti – ha commentato il neo-presidente Foschi – che hanno deciso di affidarmi un ruolo di grande responsabilità, ovvero la ricostituzione della sezione del capoluogo adriatico, che riparte da zero con una imponente campagna per conquistare nuovi soci e simpatizzanti. All’orizzonte ci aspetta un fitto calendario di eventi e di appuntamenti nei quali dovremo essere presenti con i nostri labari e simboli, a partire dalle prossime celebrazioni del 25 aprile, quando saremo con tutte le Associazioni combattentistiche e d’armi per raccontare un frammento della storia italiana. Nei prossimi giorni riuniremo il direttivo anche per conferire le altre cariche associative e per predisporre un programma di iniziative”.

Condividi su:

Seguici su Facebook