Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Raimondo Piccinella, Luogotenente dei Carabinieri dei Colli, in pensione

Condividi su:

L’affetto concreto e tangibile di centinaia di residenti del quartiere Colli di Pescara ha caratterizzato la Festa per il prossimo pensionamento del Luogotenente dell’Arma dei Carabinieri Raimondo Piccinella, organizzata nell’ambito della tradizionale Festa del’Aia, ottava edizione, promossa dall’Associazione Fontevecchia di cui lo stesso Piccinella è membro. I sorrisi, gli abbracci di gratitudine per la costante attenzione del Carabiniere Piccinella, per tutti ‘Il maresciallo’, da anni punto di riferimento della Stazione Colli per i cittadini, i ringraziamenti, le strette di mano, e soprattutto l’emozione e la commozione generale hanno fatto da leit motiv alla serata che segna il raggiungimento dei 40 anni di servizio di colui che è stato ed è unanimemente riconosciuto come l’istituzione del quartiere, il punto di riferimento e il presidio di legalità. A far da cornice la musica dell’autentica Posteggia napoletana con Salvatore Iasevoli, giunta appositamente dal capoluogo campano in onore delle origini napoletane del Luogotenente, ormai però trapiantato in Abruzzo e che a Pescara continuerà a vivere anche dopo il pensionamento.

“Per l’Associazione Fontevecchia – ha sottolineato il Presidente Luciano Troiano – la Festa dell’Aia di Borgo Case Troiano rappresenta un momento di condivisione di grande valenza, è un modo per chiudere l’anno sociale con tutti coloro che hanno partecipato alle iniziative calendariali promosse e che hanno contribuito alla loro riuscita, dunque tutte le Associazioni con cui tradizionalmente collaboriamo, come Camminando Insieme di Chieti, la Beato Marco d’Aviano di Pescara, la Misericordia di Pescara con il Governatore Berardino Fiorilli l’Associazione Nazionale Alpini Sezione di Atri con il Presidente Alvaro Guardiani, gli zampognari dei Gigli d’Abruzzo, l’Associazione ‘I Sedili di Napoli’, Volontari senza Frontiere. Quest’anno l’evento è coinciso con un avvenimento di grande rilevanza per uno dei rioni più grandi e popolosi di Pescara, ossia il prossimo pensionamento del Luogotenente Piccinella, una delle colonne portanti della nostra Associazione sin dalla sua nascita e fondazione, e non potevano che dedicare al suo evento l’intera manifestazione”. Tantissimi i volti noti di Pescara che hanno voluto prendere parte all’iniziativa per testimoniare la propria stima al Luogotenente, tra cui i consiglieri comunali Antonio Natarelli e Massimiliano Pignoli, noti avvocati del Foro di Pescara e Chieti, professionisti, imprenditori, colleghi di lavoro e di servizio, ma soprattutto cittadini comuni che hanno attraversato il Borgo anche solo per una stretta di mano al ‘maresciallo’ per ringraziarlo del prezioso servizio svolto sul territorio a tutela della gente e dell’ordine pubblico. Piccinella, origini napoletane, Cavaliere della Repubblica, ha svolto il servizio nell’Arma nel Nord Italia, a partire da Torino nel periodo caldo degli ‘anni di piombo’ e del terrorismo, per poi riapprodare nella provincia napoletana e salernitana nel periodo clou dell’emergenza della camorra, quindi le missioni di pace all’estero, dove ha ricevuto l’apprezzamento dei contingenti stranieri e la medaglia commemorativa europea, per la professionalità investigativa portata fuori dai confini italiani, per poi rientrare nel Paese per continuare la propria attività nella Stazione di Pescara Colli, dove ha riscosso, nella sua lunga carriera, riconoscimenti ed encomi solenni. Non ultime, le migliaia di firme raccolte proprio dai e tra i cittadini per attribuire al ‘maresciallo’ il riconoscimento del ‘Delfino d’Oro’, annualmente conferito dal Comune di Pescara alle personalità che, seppur non nate nel capoluogo adriatico, si sono comunque distinte per meriti professionali durante la propria attività a Pescara. Durante la serata non sono mancati commozione e occhi lucidi quando, su uno schermo, sono state proiettate alcune delle immagini più significative del servizio svolto negli anni dal luogotenente Piccinella, facendo rivivere momenti, luoghi e volti che hanno attraversato i 40 anni di carriera. E a suggellare la serata è stata la torta, sempre dedicata al ‘maresciallo’, preparata e confezionata personalmente dal Presidente Nazionale della Confederazione Nazionale Pasticceri Italiani, Federico Anzellotti. “Il calore della gente comune è ciò che più riscalda i cuori in queste occasioni – ha sottolineato Piccinella – e l’attestato di stima e il ringraziamento sincero di quanti hanno partecipato all’evento vale più di mille altre cose che pure fanno parte della nostra vita di Carabinieri. Pescara mi ha accolto e abbracciato come un figlio, ricambiando l’affetto che ho sempre nutrito per il territorio, e io e la mia famiglia ci consideriamo a tutti gli effetti parte di questa città straordinaria, dove continueremo a vivere nei prossimi anni, sempre pronto e disponibile, anche quando non indosserò più la divisa, a collaborare per il benessere collettivo”.

Condividi su:

Seguici su Facebook