Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

L'ACA non ha i conti sotto controllo?

| di Gruppo Consiliare Forza Italia Pescara
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“Concordato preventivo a rischio per l’Aca di Pescara, la società che gestisce il servizio idrico di decine di Comuni. La società, come purtroppo previsto, non ha approvato il bilancio entro il termine del 30 giugno. L’Assemblea è stata convocata per domani, sabato primo luglio, con, all’ordine del giorno, ‘comunicazioni relative al bilancio’, ovvero solo per informare i soci, supponiamo, che il bilancio semplicemente non è pronto. E questo è gravissimo per una società a forte rischio, in concordato preventivo e che invece non ha, evidentemente, i conti sotto controllo. A questo punto chiediamo al sindaco Alessandrini di darsi una scossa: vada in Assemblea con un atto ufficiale di sfiducia nei confronti di una governance Aca che non è capace di fare il proprio lavoro ricordando che, se dovesse saltare il banco dell’Aca, assisteremo a un effetto a cascata su tutti i Comuni soci, a partire da Pescara, socio di maggioranza”.

A lanciare l’allarme è stato il Capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Marcello Antonelli.

“La gestione di Aca continua a fare acqua da tutte le parti – ha sottolineato il capogruppo Antonelli -: i bilanci vanno approvati entro il 30 aprile, Aca è andata in proroga e il documento andava ratificato entro oggi, 30 giugno. Oggi non è stato approvato, l’Assemblea è stata convocata per domani, primo luglio, ma solo per comunicazioni. Il bilancio non è pronto perché sembra che manchino alcuni ‘dati certi’, ma questo ritardo è grave perché siamo in presenza di una società pubblica in concordato preventivo che è messo concretamente a rischio. Il Cda si sta rivelando pericoloso perché sta mettendo a rischio la società che rischia di fallire e se salta l’Aca gli effetti li vedremo su tutti i Comuni soci, a partire da Pescara che ha dichiarato lo stato di predissesto e che, all’improvviso, potrebbe veder saltare il rimborso dei mutui. Al sindaco Alessandrini ora chiediamo di ‘svegliarsi: oggi Alessandrini ha il dovere di andare in Assemblea e sollevare il problema. Vogliamo capire perché il bilancio non è ancora pronto, visto che siamo già ‘fuorilegge’. Vogliamo capire se il sindaco Alessandrini e tutti i soci si rendono conto dei rischi che stiamo correndo affidando la gestione dell’acqua pubblica a una governance che si sta rivelando ‘amministrativamente incapace’. Riteniamo – ha proseguito il Capogruppo Antonelli – che, dopo le ultime vicende inerenti la gestione di Aca, la richiesta di dimissioni dell’attuale vertice sia un atto doveroso, oltre che un passaggio obbligato”.

Gruppo Consiliare Forza Italia Pescara

Contatti

redazione@iwasnotssl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK