Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Raccolta Oli Vegetali Esausti

Progetto del Comune di Pescara con Attiva e Adriatica Oil

Condividi su:

17 maggio, preso la Sala della Giunta Comunale del Comune di Pescara, conferenza stampa dell’Assessora Paola Marchegiani per la presentazione del progetto potenziamento servizio raccolta differenziata degli oli vegetali esausti

“Piccoli gesti, piccole cose per grandi risultati per un’iniziativa che avrà un grande vantaggio anche per il mare ed il fiume in questo delicato momento, in cui dobbiamo salvaguardare il nostro mare” -ha detto Paola Marchegiani durante la presentazione del progetto ”- “Il depuratore soffre di quest’olio che arriva dalla fognatura dove viene gettato dopo l’uso, e che ne copre la superficie impedendo, di fatto, l’ossigenazione e la mancata depurazione dei liquami, è stato verificato che un chilo di olio si può espandere su una superficie di un campo di calcio!”

Del Bianco, Direttore di Attiva, ha esposto il progetto, proposto dalla società Adriatica Oli, che ha previsto l’installazione di n.13 contenitori per la raccolta di olio vegetale esausto.

In totale i contenitori, chiamati Olivia, sono 20 su tutto il territorio della città di Pescara in quanto già sette erano stati posizionati negli anni scorsi.

La dislocazione di questi contenitori dovrebbe favorire i cittadini al conferimento dell’olio usato in casa come quello di frittura o anche l’olio di alimenti in scatola che, molto spesso, non viene consumato e gettato nello scarico del lavello.

Ma perché è necessario raccogliere l’olio esausto?

Già le attività di ristorazione sono soggette alla raccolta degli oli esausti e far si che anche i comuni cittadini possano, finalmente, avere un contenitore pubblico da utilizzare è un grande passo avanti

Dal documento che il direttore della ditta Attiva, ha dato durante la conferenza stampa, si legge:

L’olio disperso sul suolo impedisce alle radici delle piante l’assunzione delle sostanze nutritive e, qualora raggiunga la falda acquifera, è in grado di creare sopra la stessa uno spesso strato che si muove fino ai pozzi di acqua potabile, rendendoli di fatto non più sfruttabili per un lungo periodo di tempo; qualora riesca a raggiungere un corso d’acqua, crea importanti difficoltà alla sopravvivenza degli organismi in esso presenti, impedendo la corretta ossigenazione delle acque.

Gettato invece negli scarichi domestici, è in grado di intasare le tubature e determinare problematiche al corretto funzionamento degli impianti di depurazione (l’olio si deposita in superficie nelle vasche impedendo, di fatto, una corretta ossigenazione del liquido sottostante).

I vantaggi ambientali ed economici, di questa pratica, sono evidenti, potranno diminuire in maniera consistente i costi di manutenzione degli impianti di depurazione e si potrà riciclare l’olio raccolto per utilizzarlo come elemento-base di prodotti lubrificanti o di bio-carburante, con indubbi benefici anche nella riduzione dell’inquinamento.

Il progetto ha lo scopo di arrivare ad un obiettivo annuale pari almeno al triplo di quanto raccolto nel corso del 2015, passando quindi da 13 a circa 35 tonnellate annue di olio esausto

Il responsabile della società Adriatica Oli, Giorgio Tanoni, ha parlato di come sviluppare il progetto attraverso al comunicazione al fine che tutti possano essere informati delle nuove Olivie e di come utilizzarle.

Per questo, nel mese di luglio, Adriatica Oli interverrà presso i maggiori mercati all’aperto comunali con un automezzo appositamente allestito per illustrare i vantaggi del corretto avvio al recupero degli oli vegetali esausti.

Anche nelle scuole, a settembre, ha detto il consulente di Attivia Sandro Di Scerni, partirà una campagna di informazione, ha detto il consulente di Attiva Sandro Di Scerni, che vedrà impegnati allievi e docenti al fine di una profonda conoscenza e divulgazione del progetto.

Di seguito la tabella con l’elenco delle strade della città di Pescara dove saranno posti i contenitori Olivia

 

POSIZIONE

NOTE

ZONA NORD

Via C.A. Dalla Chiesa

 

Via Acquacorrente

 

Via Filippo Corridoni

 

Via Gioberti

angolo v.le G. Bovio

ZONA CENTRO

Via Gramsci

pressi angolo via Galilei

Via Paolucci

pressi INPS

ZONA COLLI

Strada Pandolfi

pressi parrocchia

Via Di Sotto

parcheggio ex circoscrizione

Via del Santuario

 

Via Monte Faito

 

Via Monte Bove

 

ZONA SUD - PORTANUOVA

Via Tiburtina Valeria

pressi ingresso parcheggio Tigotà

Piazza Salvo D'Acquisto

 

Viale Luisa D'Annunzio

 

Via Tirino

parcheggio LIDL angolo via Colle Renazzo

Via Aldo Moro

 

Via Caduti per Servizio

 

ZONA S. SILVESTRO

Piazza Alcyone

 

Via L. Polacchi

 

Str. Prov. Pe-S. Silvestro

vicino Poste

 

 

Via Fiora

Ricicleria

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook