Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Fidas, Uisp, Fiab e Comune di Pescara insieme per la 32° edizione di Bici in Città

Condividi su:

Si svolgerà dalle ore 9 di domenica 8 maggio Bici in Città, la manifestazione regina delle due ruote non competitive che unisce Comune, Uisp, Fidas e Fiab di Pescara. Un traguardo importante per la kermesse dedicata a ciclisti amatori e famiglie che tocca il traguardo delle 32 edizioni e si svolge in contemporanea in altre 84 città italiane. Stamane la conferenza di presentazione dell'evento con tutte le voci dell'evento, il percorso e il programma.

 

"Ci sarò anch'io in bici lungo il grande percorso sostenibile della manifestazione – esordisce il sindaco Marco Alessandrini – Pescara torna protagonista per un evento che ha come vero traguardo la vivibilità cittadina e noi ci auguriamo che a partecipare siano in tanti, sia perché significherà che per un giorno si rinuncerà alle quattro ruote per muoversi e respirare meglio, sia perché partecipare è anche un modo per sostenere non solo stili di vita migliori, ma la causa solidale a cui la manifestazione è legata, ovvero la raccolta di fondi per la mensa di San Francesco".

 

"Il "tandem con Uisp, Fidas e Fiab regalerà alla nostra città un'altra bella giornata di sport -  dice l'assessore allo Sport Giuliano Diodati – Siamo convinti che Pescara sarà una tappa importante per questa 32esima edizione di bici rispetto alle altre città italiane dove si svolge e voglio ringraziare in anticipo tutti i protagonisti di questa eccezionale sinergia così longeva e in salute, a cui si sono aggiunti dei soggetti nuovi e importanti, le scuole cittadine. Ci auguriamo che ad aderire siano in tantissimi, qui abbiamo una rappresentanza del liceo classico d'Annunzio di Pescara che parteciperà in forze, dando con la sua adesione una eco importante  per gli altri istituti. Pedalando entreremo nel vivo di una stagione che offrirà vari eventi sportivi e di intrattenimento. Quella di domenica sarà una giornata capace di dimostrare lo spirito sportivo della città che vive attraverso tante vocazioni questa sua identità storica, ma anche quello solidale che accompagna l'evento. Chiediamo ai cittadini partecipazione, anche al fine di limitare ai disagi che inevitabilmente porterà la chiusura del perimetro del percorso, ma la causa è buona e giusta e pedalare questa domenica servirà a costruire una città più sostenibile e una migliore qualità della vita".

 

"Un matrimonio perfetto quello fra scuole e associazioni – dice il Presidente del Consiglio Antonio Blasioli - che da sempre dimostrano di aver portato gente e animazione di qualità in città. Ritengo che possa essere una giornata ottima per gli studenti e per chi di solito non usa la bici, perché il territorio si presta ad essere vissuto in bicicletta e perché il movimento fa bene a tutti, grandi e piccini".

 

"Partecipate! – dice Umberto Capozucco Presidente della Uisp Pescara – La gara non è competitiva  la Uisp contribuisce in ogni modo ad alimentare lo spirito sportivo della città, ringraziamo il Comune con cui abbiamo collaborato tantissimo affinché tale vocazione fosse alimentata. Sono 32 edizioni di questa maratona su due ruote che si svolge in 84 città italiane e raduna una media di 40.000 pedalatori in tutta la penisola, su Pescara ci aspettiamo circa 2.000 partecipanti. Evento che nasce per una città più vivibile e con maggiori piste ciclabili e dunque aderire significa sostenere tale finalità. Ringrazio la Fidas e la Fiab per la collaborazione  e speriamo che cresca sempre di più ogni anno".

 

"Sono 12 i km nel perimetro cittadino – spiega Luciano Ferrero, il "motore" storico dell'evento – Un percorso creato insieme col fine di attraversare tutta la città per ricreare un grande polmone libero da macchine e traffico. Si parte da piazza della Rinascita,  poi viale Riviera e via Cavour, viale Kennedy, via Regina Margherita, di nuovo Piazza della Rinascita per una pausa per i bambini poi via Nicola Fabrizi, via Venezia, Corso Vittorio Emanuele, Ponte Risorgimento, viale Marconi, viale della Pineta, via Luisa d'Annunzio, piazza Le Laudi, lungomare Papa Giovanni XXIII, via Andrea Doria, ponte Asse Attrezzato, via Paolucci, Lungomare Matteotti, viale Riviera, via Leopoldo Muzii, via Regina Margherita e arrivo in piazza della Rinascita. Quest'anno ci sarà la presenza dell'Ufficio scolastico provinciale  che ha coinvolto tutte le scuole cittadine trovando una disponibilità enorme fra dirigenti e professori, scuole che premieremo le scuole con i maggiori partecipanti, sorteggiando delle bici ".

 

"Torniamo a collaborare con questa manifestazione – aggiunge Laura Di Russo della Fiab – negli anni avevamo sospeso perché concomitante con Bimbi in bici, poi abbiamo pensato che la collaborazione era indispensabile e quindi abbiamo unito le due manifestazioni. Quindi Bimbi in Bici diventa parte di Bici in città che avrà un'accoglienza e ristoro particolare per i bambini partecipanti con in uno stand dove avranno frutta e succhi come ristoro e dove gli studenti dell'Alberghiero aiuteranno a distribuirli. Inoltre distribuiremo materiale informativo per il rispetto delle regole per l'invito al rispetto del codice della strada".

 

"Quella degli studenti sarà di certo una giovane e fresca partecipazione come lo sono i nostri ragazzi che faranno cittadinanza attiva e metteranno in pratica le regole che studiano durante le lezioni", assicura la preside del liceo Classico Donatella D'Amico.

 

"Una presenza che si rinnova quella della Fidas che collabora da anni con la Uisp – dice Anna Di Carlo della Fidas Pescara – ormai siamo una grande forza, abbiamo 10.000 persone nelle nostre fila e quando ci è stata fatta una proposta di essere della pedalata, l'abbiamo subito accettata. Sì, perché il connubio fra salute e sport è indispensabile da sostenere ed è una forza in cui crediamo. Colgo l'occasione per dire che il 21 maggio all'Aurum faremo un concorso scolastico con l'obiettivo di creare una maggiore sensibilità alla donazione del sangue e alzare i numeri, che sono importanti affinché la città diventi la città dello sport e della solidarietà, in modo che chi sta male non venga lasciato solo".

 

Condividi su:

Seguici su Facebook