Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pescara: Liceo Scientifico "L. Da Vinci", Blocco Studentesco 'Non accettiamo lezioni dal Pd'.

Condividi su:

Questa mattina i militanti del Blocco Studentesco hanno accolto al Liceo Scientifico "Leonardo Da Vinci" i relatori dell'assemblea dal tema "La politica: cos'è e come funziona" con uno striscione provocatorio: "Il Pd odia la scuola". "Ringraziamo i politici di ogni schieramento che sono intervenuti stamattina - afferma in una nota Alfredo Mangia, responsabile provinciale del Blocco Studentesco – ma riteniamo che il ruolo di educatore non si addica ad un partito in particolare, il Pd. Se il tema dell'assemblea del "Da Vinci" era "La politica: cos'è e come funziona", il partito che ha al suo interno il maggior numero di indagati, arrestati, imputati e condannati come può avere velleità da modello di probità e rettitudine morale, requisiti fondamentali dell'arte della politica? Questo dimostra l'arroganza mista a sfacciataggine di una formazione - continua la nota - che a livello locale, e soprattutto per quanto riguarda l'Istruzione, poco ha fatto per risolvere le questioni maggiormente impellenti, come ad esempio quella che riguarda l'Istituto Alberghiero "F. De Cecco" che più volte abbiamo denunciato. I giovani hanno bisogno di un forte stimolo che li porti ad appassionarsi e a vivere la politica senza disillusioni e frustrazioni, soprattutto in un periodo in cui abbiamo assistito a scandali vari e alla capitolazione dell'intero apparato politico di Roma. Ribadiamo la nostra assoluta contrarietà alla riforma "La buona scuola" che Renzi, autoproclamatosi l'uomo della provvidenza, ci ha propinato come un assoluto capolavoro che, a conti fatti, ha avuto pochissimi riflessi positivi sull'intero impianto scolastico. I vecchi volponi della politica nostrana - conclude la nota – non credano di ammaliarci con belle parole perché, lo ripetiamo, noi non accettiamo lezioni da nessuno, soprattutto dal Pd".

Condividi su:

Seguici su Facebook